Dani Alves respinta l’istanza di scarcerazione

Dani Alves resta in carcere: respinta l’istanza di scarcerazione, Dani Alves detenuto dal 20 gennaio scorso

Dani Alves resta in carcere, la richiesta di scarcerazione di Dani Alves è stata recentemente respinta dal Tribunale di Barcellona. 

Dani Alves, noto calciatore e nazionale brasiliana, era detenuto nel carcere di Brians 2 dal 20 gennaio scorso dopo essere stato accusato di violenza sessuale. Il tribunale ha rigettato l’istanza di scarcerazione perché Dani Alves potrebbe fuggire a causa della gravità e del peso della condanna. Dani Alves è stato accusato da una donna di 23 anni di un’aggressione che sarebbe avvenuta in una discoteca Sutton di Barcellona la notte di Capodanno dello scorso anno. Dani Alves continua a essere detenuto durante le indagini in corso sulle accuse mosse contro di lui.

Differenti versioni delle storia di Dani Alves

L’avvocato Cristobal Martell ha presentato il caso che l’atto sessuale fosse consensuale tra il calciatore e la sua denunciante. La ragazza nega fortemente. 

La posizione di Alves è critica perché nelle deposizioni il calciatore si e’ più volte contraddetto rilasciando quattro versioni differenti della storia. A quanto pare inizialmente Dani Alves ha detto di non aver mai visto la ragazza, poi, dopo le prove delle telecamere a circuito chiuso della discoteca, ha riconosciuto di averla incontrata brevemente e infine ha ammesso di avere avuto un rapporto sessuale consensuale. Dai video raccolti dalle telecamere però Dani Alves esce da locale ignorando la ragazza in lacrime.

La situazione  attuale di Dani rimane difficile, in quanto la sua credibilità continua a essere messa in discussione in merito alle accuse mosse contro di lui.

Dopo l’arresto iniziale, l’avvocato Martell ha presentato una richiesta di scarcerazione del suo cliente in attesa del processo. La speranza era che Dani potesse collaborare alle indagini fuori dal carcere, che gli venisse applicato un braccialetto elettronico per monitorare eventuali movimenti insoliti e che gli venisse ritirato il passaporto. Nonostante questi sforzi, il giudice ha respinto la richiesta di Dani, lasciandolo nel carcere di Brians 2 fino alla fine del procedimento a suo carico. Spetta ora a Dani e al suo avvocato creare o sviluppare una strategia che possa portare Dani a uscire libero o ad avere una condanna più clemente dopo la conclusione del processo.

REGISTRATI ALLA NEWSLETTER DI BETPASSION TIPSTER

Zero Spam! Ricevi tutte le news e resta sempre aggiornato sul mondo dello sport

ULTIME NOTIZIE

REGISTRATI ALLA NEWSLETTER DI BETPASSION TIPSTER

Zero Spam! Ricevi tutte le news e resta sempre aggiornato sul mondo dello sport
logo betpassiontipster new mobile
Cerca